Michael Caesar, tradurre lo Zibaldone in inglese, Varese, 29 marzo 2014

Sabato 29 marzo 2014 ore 11,15 Aula Magna Università dell’Insubria, via Ravasi 4, Varese

Michael Caesar, ‘Sudate carte’: tradurre lo Zibaldone in inglese

La traduzione in lingua inglese dello Zibaldone di Giacomo Leopardi, scritto tra il 1817 e 1l 1832, è stata pubblicata il 9 luglio 2013 negli Stati Uniti (Farrar, Straus and Giroux) e il 1° Agosto 2013 in Gran Bretagna. (Penguin). Si tratta del traguardo raggiunto in sette anni di lavoro da un’équipe di studiosi-traduttori coordinati dal professor Michael Caesar, ordinario di Letteratura Italiana presso l’Università di Birmingham (Regno Unito) e dal professor Franco D’Intino, direttore del centro di Studi leopardiani dell’Università di Birmingham e docente di Letteratura Italiana all’Università La Sapienza di Roma.

La traduzione dello Zibaldone in inglese ha rappresentato e rappresenta un successo editoriale e un grande riconoscimento per Leopardi, il poeta di Recanati, definito dal Financial Times “uno dei pensatori più radicali del 1800, da associare a Coleridge, Emerson, Kierkegaard e Nietzsche”.

L’edizione inglese dello Zibaldone non è però solo una traduzione, ma una vera e propria edizione critica con una lunga e importante introduzione. Tra le novità si segnala il controllo di tutte le fonti, verifica e riferimenti interni a altri passi dello Zibaldone, individuazione delle citazioni.

Il volume è stato presentato per la prima volta il 25 settembre 2013 alla Columbia University di New York, il 24 ottobre 2013 all’Istituto di Cultura Italiana di New Delhi, il 17 ottobre 2013 all’Istituto di Cultura Italiana di Londra, il 2 dicembre 2013 all’Istituto di cultura Italiana di New York.

 

Fonte: Corriere della Sera

Advertisements